Casa Garibaldi Istanbul

Casa Garibaldi: sede della Società Operaia italiana a Istanbul sotto restauro.

Chi di voi sapeva che Garibaldi aveva vissuto a Istanbul? Probabilmente coloro che hanno visitato Casa Garibaldi in occasione di qualche mostra e si sono chiesti con curiosità la provenienza del nome.

Ebbene non molti lo sanno, ma Garibaldi visse nella nostra città a partire dal 1828 per circa 3 anni e fu in seguito presidente della Società Operaia del Mutuo Soccorso italiana a Istanbul, che appunto aveva e ha sede a Casa Garibaldi (İstiklal Cad. Deva Çıkmazı No: 2-4, Beyoğlu).

La Società Operaia di Mutuo Soccorso fu fondata nel 1863 e tuttora è operativa, seppur con un numero molto ristretto di membri. La Società ha costituito un tempo un punto fondamentale di aggregazione e di sostegno per la comunità italiana a Istanbul, che ha raggiunto i 30.000 residenti prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale.

Oggi, l’edificio, che ospitata gli archivi della Società e le opere ricevute in regalo negli anni, è in fase di restauro.

Sedat Bornovali, che gestisce i lavori di ristrutturazione come consulente di TÜRSAB, ci ha spiegato come si svolgeranno gli interventi volti alla riapertura del palazzo:

La Società Operaia ha dato in concessione l’edificio per 20 anni a TÜRSAB, anche se poi la Società Operaia continuerà a vivere qui. È un accordo di sponsorizzazione. Prima di tutto si sta effettuando uno scialbo completo di tutto l’edificio, per portare alla luce i diversi strati.  Abbiamo a disposizione dei fondi per ristrutturare l’edificio, che sarà fortificato. Sarà fatto una cantina per i servizi e una terrazza con esposizioni permanenti, uffici della Società Operaia Italiana. Il salone al secondo piano sarà reso agibile come spazio per conferenze, mostre temporanee, concerti e altri tipi di eventi. L’archivio di manoscritti e libri saranno spostati temporaneamente al Consolato per una mostra temporanea dei registri e le lettere di corrispondenza custodite. Al piano di ingresso, che fu ceduto per un periodo in affitto ad un ristorante chiamato “Ristorante Garibaldi”, sarà allestito probabilmente un bar.

Le modalità di ingresso all’edificio ancora non sono state stabilite, aggiunge Sedat:

Non me la sento di prendermi la responsabilità di prendere decisioni rispetto a questo edificio. Vorrei fosse la comunità degli italiani a scegliere. Per me adesso la priorità principale è rendere l’edificio agibile e sicuro, riportarlo alla vita e prevenire la sua chiusura. Ciò che verrà fatto in seguito è da decidere poi.

 

A lavori terminati, Casa Garibaldi tornerà ad essere un punto di riferimento culturale per la comunità italiana. Intanto, grazie a Sedat, i registri della Società sono stati già digitalizzati e resi disponibili su Flickr http://www.flickr.com/photos/99346904@N08/.

Vi terremo aggiornati sugli sviluppi dei lavori e sulla riapertura ufficiale! Intanto potete seguire la pagina Facebook di Casa Garibaldi: https://www.facebook.com/IstanbulGaribaldi.

 

Condividi:

Articoli correlati

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>